ALFABETI SI RACCONTA: “La stanza del figlio”